domenica 3 giugno 2018

UN GIORNO 🌸




Jasmine Eftekhari



Un giorno,
da qualche parte,
all'improvviso,
succederà anche a noi.
Chiuderemo il nostro libro,
metteremo giù il telefono,
toglieremo la mano dal volante.
Asciugheremo le nostre lacrime,
ci guarderemo allo specchio,
e mentre cammineremo per le strade,
mentre faremo la doccia,
ci fermeremo un attimo.
Lasceremo che si fermi il mondo
e chiederemo a noi stessi:
"Dove sto andando?"
e poi ricominceremo a camminare,
a fare la spesa,
a telefonare,
a guidare,
a leggere.
E probabilmente da quel giorno
non permetteremo più a nessuna parola,
nessun pensiero,
nessuno sguardo,
a niente e nessuno
di spegnere la nostra luce.

domenica 28 gennaio 2018

LA PAISIBLE AWARD, PREMIO AUDREY HEPBURN.🌸



Ho ricevuto in dono questo premio dalla carinissima Elettra. Una idea nata e creata da una carissima amica, Mariella per commemorare il 25° anniversario della scomparsa di Audrey Hepburn
Non sono molto presente nel mio spazio web, ci torno di tanto in tanto quando ne sento la mancanza, ma gli amici virtuali non li ho dimenticabili porto sempre con me e li conservo con cura nel mio cuore nell'attesa di  avere tanto tempo a disposizione da dedicare loro...
La pensione!


                             


  • Per avere occhi belli, guarda solo il bello negli altri, per avere labbra belle, pronuncia solo parole gentili, e per un bel portamento cammina sapendo che non sei mai sola.
                                                 🌸             🌸               🌸

sabato 6 gennaio 2018

🌸 STELLE


                                                      RAINER MALKOWSKI



Troppo poco tempo speso
per la contemplazione delle stelle.
Non parlo di telescopi,
parlo di un abbaino
in una notte come tante
senza nuvole.
Del ritorno a casa
a un'ora tarda,
guardando solo di sfuggita,
la chiave già nella toppa.
Non mi pento
di quello che non so.
Mi pento
dell'uso sciatto
dei miei occhi.

sabato 11 novembre 2017

I COLORI DELL'ARCOBALENO🌸

Foto di Claudia

AGOSTINO DEGAS

"Come farfalle dovremmo vivere questo istante infinito che è la vita.
Farcela bastare. Affrontarla con responsabile leggerezza, senza far rumore.
Diventando arcobaleno donando colori e bellezza agli altri"

sabato 21 ottobre 2017

E SEMPRE PENSI...🌸

                                                        Foto di Claudia






DOVE CI TROVEREMO L'ESTATE PROSSIMA?

Dove ci troveremo l'estate prossima?
Domanda che sempre affiora in autunno
quando con l'auto attraversiamo
la pianura del nord, a mezzogiorno,
e ognuno pensa a una felicità, solo, senza dir nulla.
Settembre, vastità del giorno, muri frondosi,
la luce marina e i rapidi venti e sempre pensi
i baci sono durevoli, sempre pensi - che cosa pensi?
Ancora una volta l'hai scampata, quest'estate.

C. MECKEL


domenica 3 settembre 2017

RIVE 🌸



FOTO DI CLAUDIA

                                           GUSTAVE  FLAUBE



Non sapeva che cosa l'aspettasse,
quale vento avrebbe spinto quelle vele fino a lei,
su quale riva l'avrebbe portata,
né sapeva se sarebbe stata
una scialuppa o un vascello a tre ponti,
carico di angosce o pieno di felicità fino ai bordi.

giovedì 24 agosto 2017

LETTERE SMARRITE 🌸



                                                            ALEXIS DIAZ PIMIENTA                                            

Per favore, non recuperate le lettere smarrite.
Lasciate la busta accanto al tronco dell'albero,
sotto un'anonima pietra, o a rotolare nei giardini.
Ci sono lettere che si scrivono perché non arrivino,
perché dall'altro lato della voce diffidino di tutto,
perché esista una seconda lettera, esplicita e inutile.
Ciò accade con l'assenso di tutti,
con soprassalti premeditati e complicità.
Sono mesi, anni, di matematica innocenza.
In quelle lettere si confessava tutto,
si annunciavano pericoli che poi la pioggia ha ammorbidito;
in quelle lettere c'erano poscritti che premonivano
sul fatto che sarebbero andate smarrite.
La loro vera destinazione era il silenzio,
le erbacce al bordo dei letti,
le ragnatele sui davanzali,
le nuvole sul volto.
Definitivamente,
dall'altro lato della voce non l'aspettavano.
Lasciatela accanto all'albero,
sotto un'anonima pietra,
a rotolare nella memoria del felice mittente.